Ottenere il Gratuito Patrocinio, Roma

Consulenza gratuita online da parte di esperti avvocati

Gratuito Patrocinio RomaN.B. IL GRATUITO PATROCINIO A SPESE DELLO STATO
E’ POSSIBILE SOLAMENTE PER LE ATTIVITA’ GIUDIZIARIE.

PER LE ATTIVITA’ STRAGIUDIZIALI
( per Esclusiva Consulenza, Parere etc… ) la normativa
( Art 74, 75, 122 e 124 DPR n 115/2002 )
non prevede tale beneficio a spese dello Stato.

Nozioni di Base

Il Gratuito patrocinio, o meglio patrocinio a spese dello Stato,
comporta che le spettanze del Legale iscritto alle liste siano
pagate dallo Stato.
Il Gratuito patrocinio può essere usato sia dagli stranieri ( Art. 119
DPR 115/2002 ) ,che dai cittadini italiani che risiedono nel territorio
dello Stato Italiano o che ivi residevano al momento in cui è sorto
il rapporto o la fattispecie per cui occorre l’intervento del legale.

Requisiti per l’ammissione al Gratuito Patrocinio

Per godere dell’ammissione al beneficio occorre avere un reddito
inferiore “attualmente” a 10.628,16 € annui.
Per calcolare il reddito complessivo ai fini dell’ammissione a questo
beneficio, bisogna tenere conto anche di tutto quello che guadagnano
i famigliari conviventi, cioè tutti coloro che sono sullo stesso stato di
famiglia. E’ discusso se il reddito da prendere in considerazione ai fini
dell’ammissione al patrocinio a spese dello Stato sia quello netto, cioè
in sostanza solitamente la base imponibile IRPEF, o quello totale
ricavato dalla persona interessata nell’anno precedente.
Secondo una recente risoluzione dell’Agenzia delle Entrate, va
considerato il reddito netto e quindi la base imponibile, cosa molto
favorevole per gli utenti, specialmente quelli con basso reddito.
Nei soli procedimenti penali, in caso di famigliari conviventi il tetto
massimo viene aumentato di € 1.032, 91 per ogni familiare a carico,
mentre per quanto riguarda le cause civili non c’è questa agevolazioni
e si considera il reddito complessivo della famiglia anche se composta,
ad esempio, di 4 persone.
Si può usufruire del gratuito patrocinio per procedimenti civili, penali,
amministrativi e di altro tipo, compresa l’impugnazione delle sanzioni
amministrative.

Gratuito Patrocinio Studio Legale Moscato in Roma

Lo Studio Legale Moscato effettua valutazioni gratuite sull’esistenza
del diritto dell’utente all’ammissione al gratuito patrocinio.
Le spese processuali saranno dunque, a seguito di ammissione
a carico dello Stato, salvo il rimborso delle sole spese documentate.
E’ possibile dunque, presso le nostre sedi di Roma, valutare
gratuitamente se il reddito del cliente sia idoneo per la richiesta di
ammissione al gratuito patrocinio.

Qualora, comunque, la verifica risultasse negativa, lo studio sarà
comunque a disposizione per stilare un preventivo e render noto
il costo dell’operazione, dell’atto, del processo ovvero dell’azione
necessaria da porre in essere.

Documenti Necessari per l’istanza di ammissione

Per l’ammissione al patrocinio a Spese dello Stato si allegano i
seguenti documenti, anche se la situzione e la fattispecie può
variare da caso a caso.

copia di un documento di identità

certificato cumulativo di stato di famiglia e residenza del
richiedente
( da fare presso l’ufficio anagrafe del Comune di residenza );

copia del tesserino di codice fiscale del richiedente
( in mancanza, anche nuovo tesserino sanitario );

copia del tesserino di codice fiscale dei famigliari
( in mancanza, anche nuovo tesserino sanitario )

copia del modello CUD relativo all’anno precedente
dell’interessato e di tutti gli altri membri della famiglia (*);

in mancanza di CUD, per assenza di reddito nell’anno precedente,
occorre presentare: autodichiarazione dell’interessato attestante
la mancanza di reddito con riferimento all’anno precedente
(vi fornirà lo studio legale maggesi il modello);

se l’interessato è uno straniero, cittadino di un paese non
appartentente all’Unione Europea, occorre
(art. 79, ultimo comma, DPR cit.) anche: certificazione
dell’Ambasciata o del Consolato del Paese di appartenenza circa
la mancanza di beni intestati nel paese di origine, da richiedersi
alle Autorità consolari estere aventi sede in Italia
(ad es. se Tunisino occorre interpellare il Consolato della Tunisia
a Roma etc… );

– nei procedimenti penali: il certificato penale
(non “dei carichi pendenti”).

Ogni tipo di problematica relativa a procedimenti penali, nonchè fasi investigative dello stesso saranno seguite con cura ed attenzione ad ogni minimo dettaglio, avvalendosi ove necessario di consulenti tecnici specializzati per ogni settore specifico.


Contattare lo Studio Legale Moscato:

email: info@studiolegalemoscato.com

recapito telefonico: 339.3445718